Natalia Viola

Inizia lo studio della danza classica a Milano sotto la guida di Annamaria Bruno e Piera Casbelli, prime ballerine al Teatro alla Scala, perfezionandosi sempre a Milano con i maestri Bruno Vescovo e Roberto Fascilla, anch'essi primi ballerini presso il Teatro scaligero.
Dopo una breve esperienza alla Scuola di ballo del Teatro alla Scala, dove è seguita dalle insegnanti Amelia Colombini, Elda Gariboldi e Carola Zingarelli, si trasferisce a Padova e nel 1980 consegue il diploma alla Royal Academy of Dancing di Londra. Numerosi sono gli insegnanti che segue nella capitale britannica per perfezionare la sua formazione: Anne Heaton, Louise Browne e Maria Fay per la danza classica, Valerie Sunderland per la danza di carattere. Selezionata come giovane talento, segue un corso di perfezionamento con Ekaterina Maximova, étoile del Teatro Bolscioi di Mosca. Mara Fusco (Rambert School di Londra), Ricardo Nunez (Balletto di Cuba) e Rajko Pakaski (Gitis di Mosca) arricchiscono ulteriormente il suo bagaglio artistico. Parallelamente si dedica anche alla danza jazz con Gianin Loringett e Annatina Hug allievi di Matt Mattox.
Inizia ad insegnare a Vicenza e a Padova. Balla al fianco di Raffaele Paganini e Mihaela Craciunescu con tournée all'estero nella compagnia "Dimensione Balletto". Nel 1984 collabora con l'Interensemble, organismo musicale padovano per la divulgazione della musica contemporanea, realizzando la coreografia dell'opera “The four note opera” di Tom Johnson, musicista americano vicino a John Cage e Philip Glass.
Dal 1985 al 1989 insegna presso la fondazione musicale Morello di Castelfranco Veneto, dove collabora anche con il Conservatorio nella realizzazione di coreografie su musiche degli allievi della Scuola di Composizione. Numerosi suoi allievi studiano oggi in prestigiose scuole professionali.
Dopo una lunga collaborazione come insegnante con Mariolina Giaretta, dal 2012 al giugno 2020 è stata direttrice insieme a Rosa Fondacaro della scuola di danza classica e contemporanea “Petits Pas” di Padova.